Da dicembre 2021 aderiamo al più grande programma di sostenibilità mondiale: Better Cotton. Con questa decisione, compiamo un ulteriore passo per il miglioramento dei metodi di coltivazione del cotone. In un approccio olistico, Better Cotton include i tre pilastri della sostenibilità: quello ecologico, sociale ed economico.

Il suo obiettivo è quello di garantire o migliorare le condizioni di vita e la crescita delle comunità di cotone e, al contempo, tutelare la natura perseguendo e promuovendo strategie agricole sostenibili e aumentando la domanda mondiale di cotone ecologico.

Attualmente, la percentuale di Better Cotton è già pari al 23% del cotone impiegato in tutto il mondo. Questo viene attualmente prodotto in 23 paesi da 2,4 milioni di agricoltori autorizzati. I presupposti per il mantenimento di una simile licenza sono, da un lato, legati alla coltivazione del cotone (ad esempio la minimizzazione di pesticidi dannosi, un uso efficiente dell’acqua, ecc.) e, dall’altro, l’impiego per garantire migliori condizioni di lavoro ai coltivatori di cotone, ad esempio mediante misure di formazione mirate. 

Per una panoramica completa dei principi:  https://bettercotton.org/what-we-do/defining-better-our-standard/

Il nostro obiettivo entro il 2026:

Bilancio di massa:

l’approvvigionamento di cotone mediante Better Cotton ha luogo secondo il principio del bilancio di massa. Pertanto: “quello che risulta alla fine deve corrispondere a quanto immesso”. 

I nostri fornitori ottengono su nostro ordine una determinata percentuale di cotone per la fabbricazione dei nostri prodotti come cotone sostenibile con licenza BC e la integrano così nell’intera catena di produzione del valore. Nei processi di produzione può però accadere che questa venga lavorata insieme alla variante tradizionale e che i prodotti, pertanto, non siano interamente costituiti dal cotone concesso in licenza. 

Di conseguenza, Better Cotton non può essere ricondotto fisicamente al prodotto finale. Tuttavia, poiché una parte del cotone lavorato proviene da coltivazioni sostenibili e quindi entra anche nella catena di fornitura, ciò va a vantaggio degli agricoltori con licenza BC. In ogni caso, è decisiva la quantità totale di cotone sostenibile approvvigionato. Infatti, con i costi applicati ad ogni prodotto con marchio Better Cotton, si supportano i coltivatori di cotone e si tutela la natura.

Maggiori informazioni in merito sono disponibili qui:  https://bettercotton.org/what-we-do/connecting-supply-demand-chain-of-custody/

Da cosa è possibile riconoscere i prodotti in negozio?

Dal cartellino Better Cotton.

Ha domande su BLACKOUT?

BLACKOUT è un fornitore di jeans e abbigliamento casual in Svizzera.

Potrà inviarci le sue domande e richieste mediante modulo di contatto.